Brevetto Unitario: adesione dell’Italia

Il 3 luglio u.s. il Dipartimento delle Politiche Europee ha comunicato ufficialmente l’adesione dell’Italia al Brevetto Unitario dell’Unione Europea.

Della questione si era già ampliamente parlato durante il Consiglio UE sulla competitività del 28 maggio scorso, durante il quale il sottosegretario Gozi aveva affermato che il governo italiano era a favore dell’adesione alla cooperazione rafforzata sul brevetto unitario e aveva avviato l’iter di ratifica sul tribunale.

Ora la posizione è ufficiale e Gozi ha affermato che la scelta assunta è necessaria e utile per le imprese italiane e non pregiudica la posizione determinata a difendere il ruolo della lingua italiana nelle istituzioni europee, questione dibattuta e combattuta in questi anni, data la scelta di rilasciare i brevetti europei solo in  inglese, francese e tedesco.